Su incarico di SIX, l’impresa Carbon-Connect, specializzata nell’analisi dei bilanci di CO2 e delle compensazioni climatiche, ha verificato l’impatto sull’ambiente dei diversi tipi di fattura attualmente in uso: fattura cartacea, fattura tramite e-mail ed eBill. L’elemento centrale dello studio è l’emissione di gas serra nei diversi metodi, per chiarire se e in quale misura i processi parzialmente o completamente digitali possano migliorare il bilancio ecologico e contribuire alla salvaguardia dell’ambiente.
In Svizzera ogni anno si invia circa un miliardo di fatture, per la maggior parte per posta. Nel 2021, in base ai calcoli presentati nello studio sulla sostenibilità, l’invio delle fatture ha provocato l’emissione di circa 63222 tonnellate di CO2 equivalenti. Questo valore corrisponde all’impronta di CO2 di 4215 cittadini svizzeri – inclusi consumi, mobilità, abitazione e alimentazione.

Una gestione completamente digitalizzata di questi pagamenti tramite eBill migliorerebbe notevolmente il bilancio di CO2. Secondo le stime di SIX, entro il 2028 circa l’80% delle fatture sarà inviato con eBill. Il dato che fa la differenza: mantenendo costante il volume di fatture le emissioni di CO2 si ridurrebbero del 66%.

I dati utilizzati e il calcolo dettagliato delle emissioni per i diversi processi di fatturazione sono consultabili nello studio sulla «sostenibilità della fatturazione (FR)» di SIX.